Cosa fa un interior designer per lavoro?

L’Interior designer è una figura che, soprattutto in Italia, non è ben chiara: con questo articolo capiremo cosa fa un interior designer, di cosa si occupa esattamente questa figura professionale.

Perché è così rilevante per costruire la propria quotidianità e quali sono i miti che vi aleggiano intorno?

Partiamo dalla descrizione:

L’interior designer è una figura che si inserisce tra l’architetto e l’arredatore: si occupa dello studio, analisi, progettazione e miglioramento degli spazi (interni ed esterni) a 360 gradi, coordinando il tutto tramite disegni, progetti e realizzazioni grafiche 3D.

Molto spesso infatti gli stessi architetti, principalmente i grandi studi, si affidano ai designer di interni per collaborazioni, specialmente per le realizzazioni grafiche fotorealistiche – il cavallo di battaglia di questo mestiere.

Il designer degli interni, rispetto all’architetto, non si occupa di urbanistica e statica, bensì è uno specialista dello spazio interno ed esterno, sia dal punto di vista funzionale che da quello estetico. 

cosa fa un interior designer

Utilizzando dei programmi di grafica specifici e tramite rilievi in situ è possibile pianificare insieme ed ottimizzare ogni spazio, rendendolo a misura della persona. 


Quante volte vi siete ritrovati con un arredo o un dettaglio che sul momento vi sembrava perfetto e invece dentro casa era troppo grande o stonava completamente con il contesto?


L’aiuto di un interior designer può sembrare un lusso superfluo, ma in realtà è un tecnico che può aiutare a risolvere molte problematiche spaziali, a creare coerenza, a definire uno stile e soprattutto a risparmiare su acquisti non ben ponderati.

Puoi farti un’idea di cosa può fare un designer guardando le opzioni che ho inserito qui.

E voi? Avete mai fatto acquisti per la casa di cui vi siete pentiti?